L’Austria, in base agli accordi presi durante le conferenze di Jalta e di Potsdam del 1945, fu suddivisa, unitamente alla Germania, in quattro zone poste sotto amministrazione statunitense, russa, francese e inglese. I sovietici occuparono la parte più ricca dell’Austria, compresa la capitale Vienna, con una forza impressionante di 50.000 soldati e incominciarono ad organizzare in tutto il paese disordini e rivoluzioni con l’intento di dar vita ad un’effimera repubblica socialista e popolare, così da impossessarsi di tutta la nazione. A questo progetto si oppose un frate cappuccino, Petrus Pavlicek, che diede inizio ad un grande movimento di preghiera, la Crociata Riparatrice del Rosario, presieduto da una statua della Madonna di Fatima regalatagli dal vescovo di Leiria. Il movimento impegnò più di 500.000 cittadini per giorni e notti ininterrottamente, finché tra maggio e ottobre 1955 l’Armata Rossa, fatto mai avvenuto prima in nessuno dei luoghi occupati dai comunisti, si ritirò completamente e pacificamente. (fonte)

Sull’esempio di padre Pavlicek vogliamo provare anche noi a diffondere “un grande movimento di preghiera, la Crociata Riparatrice del Rosario, presieduto da una statua della Madonna di Fatima”, chiedendo alla Vergine di intercedere per i suoi figli in Italia.

ROSARIO PER L’ITALIA è una rete di preghiera i cui membri si impegnano a pregare il S. Rosario sia in privato sia, se possibile, pubblicamente, chiedendo alla Vergine Maria protezione e soccorso per il Paese e il popolo italiano.

Chiunque può aderire a tale rete, basta condividere la missione e le intenzioni di preghiera proposte, unitamente all’impegno di coinvolgere in essa quante più persone possibile.

*

Per qualsiasi chiarimento non esitate a contattarci, soprattutto se desiderate avviare gruppi di ROSARIO PER L’ITALIA nella vostra città.